Download e-book for kindle: Allegro ma non troppo. Le leggi fondamentali della stupidità by Carlo Maria Cipolla

By Carlo Maria Cipolla

Show description

Read Online or Download Allegro ma non troppo. Le leggi fondamentali della stupidità umana (1988) PDF

Best italian books

Download e-book for kindle: Psicologia e alchimia by Carl Gustav Jung

L’ interesse di Cari G. Jung in line with l'alchi­
mia prende corpo alla high quality degli anni
venti, quando il sinologo Richard W i l­
helm gli invia da Pechino un testo taoi-
sta, Il segreto del flore d ’oro, con l. a.
richiesta di un commento. Jung ne af­
ferra subito ¡1 carattere in pari pace
psicologico e alchimistico, scoprendo
singolari affinità tra gli antichi simboli
cinesi e i sogni dei suoi pazienti. Da al­
lora prende a studiare sistematica-
mente i testi alchimistici, e los angeles lettura
conferma le intuizioni originali. Dopo
quindici anni di lavoro, Jung pubblica
nel 1944 il quantity che qui presentia­
mo, e che resta uno dei suoi testi più
affascinanti.
Sorretto dalla sua sensibilità storica e
dalla sua vastissima erudizione, Jung
ravvede nel complesso fenomeno del­
l ’alchimia los angeles millenaria presenza di
motivi psichici essenziali: un mondo
simbolico assai più ricco di insegna-
menti di quanto lasci supporre l. a. sua
riduzione a semplice balbettamento
pre-scientifico. Non soltanto: los angeles tradi­
zione alchimistica e los angeles pratica analitica
sembrano avere una comune natura di
opus-, mirano entrambe a creare una
realtà nuova e superiore: da una parte
l ’oro, los angeles pietra filosofale, dall’altra l. a.
"presa di coscienza" della psicologia
moderna.
L’alchimia sarebbe in sostanza espres­
sione dì un movimento religioso, l. a.
pulsione a trasformare l. a. "materia
prima" dell’esperienza in conoscenza.
Arte sacra e solitaria concessa a pochi,
uniforme soltanto nel perseguire un positive
di liberazione, l ’alchimia è un progetto
di redenzione dell’ intera natura, vuole
riportare alla luce il lato divino che
dorme nell’oscurità delle cose, del
corpo, degli istinti.
Per Jung questo perseguimento di un
valore interiore è un fenomeno psico­
logico di notevole importanza, una
pulsione che egli ha chiamato l ’arche­
tipo dell'individuazione, ricerca del­
l ’unità che si realizza attraverso l. a. con­
ciliazione dei contrari. L’alchimia è
dunque una psicologia che non cube il
suo nome, una psicologia in azione,
qualcosa di affine alla moderna psico-
terapia.
Jung allarga poi l. a. sua indagine alla
saggezza orientale, riscontrando nelle
figurazioni dei mandala, strutturati
come quadratura del cerchio, una
identica aspirazione a una meta libe­
ratoria, alla coincidenza degli opposti.
Pur appartenendo a epoche storiche e
a luoghi diversissimi, esistono compor­
tamenti ed esperienze culturali che
hanno una radice comune. "Quel che
a Jung sembra importare maggior­
mente - scrive Luigi Aurigemma nella
sua presentazione - è il dimostrare che
le sue 'scoperte' scientifiche sono in
realtà il ritrovamento di antichissime e
universali esperienze, che in step with questo
appunto egli definisce archetipiche. ”

Extra info for Allegro ma non troppo. Le leggi fondamentali della stupidità umana (1988)

Sample text

Il che anche significa che è così permeato dei caratteri della cultura in cui viene prodotto che riesce sovente del tutto incomprensibile quando travasato in un ambiente culturale diverso. L'umorismo va distinto dall'ironia. Quando si fa dell'ironia si ride degli altri. Quando si fa dell'umorismo si ride con gli altri. L'ironia ingenera tensioni e conflitti. L'umorismo quando usato nella misura giusta e nel momento giusto (e se non è usato nella misura giusta e nel momento giusto non è umorismo) è il solvente per eccellenza per sgonfiare tensioni, risolvere situazioni altrimenti penose, facilitare rapporti e relazioni umane.

Capitolo primo La Prima Legge Fondamentale La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che: Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione 1. A prima vista l'affermazione può sembrare triviale oppure ovvia oppure ingenerosa oppure tutte queste tre cose insieme. Tuttavia un più attento esame rivela in pieno la sua realistica veridicità. Si consideri quanto segue. Per quanto alta sia la stima quantitativa che uno faccia della stupidità umana, si resta ripetutamente e ricorrentemente stupiti dal fatto che: a) persone che uno ha giudicato in passato razionali ed intelligenti si rivelano poi all'improvviso inequivocabilmente e irrimediabilmente stupide; b) giorno dopo giorno, con un'incessante monotonia, si è intralciati e ostacolati nella propria attività da individui pervicacemente stupidi, che compaiono improvvisamente ed inaspettatamente nei luoghi e nei momenti meno opportuni.

Circondati da tipi violenti il cui sport preferito era quello di ammazzarsi a vicenda, il vescovo e l'eremita agirono da catalizzatori e indussero gli Europei a esercitare la loro violenza sui non Europei anziché sugli altri Europei. Tedesco qual era, il vescovo parlò chiaro e tondo, senza fronzoli diplomatici e nel 1108 tuonò: «Gli Slavi sono gente abominevole, e la loro terra abbonda di miele, grano e selvaggina. Giovani cavalieri, volgete ad Oriente». Così il terribile Vescovo con l'esca del miele, dei grano e della selvaggina spinse verso Oriente molte giovani teste calde tedesche e diede inizio a quel Drang nach Osten che portò alle conquiste tedesche dei territori oltre il fiume Elba e finalmente alla creazione dello Stato Prussiano.

Download PDF sample

Allegro ma non troppo. Le leggi fondamentali della stupidità umana (1988) by Carlo Maria Cipolla


by Anthony
4.4

Rated 4.71 of 5 – based on 27 votes